Guida agli armadi componibili: crea la soluzione perfetta per la tua camera

In questa guida ci concentriamo sulle tipologie di composizione degli armadi per la camera da letto, ovvero su tutto quello che è possibile realizzare con i moduli della collezione di armadi componibili.

Abbiamo già messo a confronto armadi battenti e scorrevoli. Anche in questo caso vedremo come la componibilità dei battenti offra maggiore libertà e flessibilità nella creazione di soluzioni su misura in grado di valorizzare qualsiasi stanza.

In questa guida parliamo di:

- armadi angolari
- armadi a ponte
- armadi con terminale smussato o libreria
- armadi con cambio di profondità
- armadi con tv integrata
- armadi divisori e bifacciali

Armadi Angolari

Armadio angolare a L


Si può realizzare con ante battenti o scorrevoli (anche se meno frequente) ed è perfetto per creare composizioni a "L", a ferro di cavallo (su 3 pareti) o su 4 pareti.

Il battente ad angolo è sicuramente il più diffuso perchè, come abbiamo già visto, questo tipo di ante consente una maggiore flessibilità progettuale.

Le misure dell'angolo a L sono di 100 - 110 cm per lato ed è dotato di 2 ante con cerniere a 180° per garantire un agevole accesso. Tipicamente viene usato come elemento appenderia, con un solo ripiano divisorio centrale e due tubi appendiabiti, uno sopra e uno sotto.

Sui due lati del modulo angolare si prosegue con armadi lineari con un numero di ante a scelta.

Armadio angolare con spogliatoio


A differenza dell’angolo a L la cabina spogliatoio presenta una parte frontale con due o tre ante, attraverso cui si accede ad uno spazio calpestabile: una sorta di piccola anticamera che può effettivamente fungere da spogliatoio. Uno dei due lati sarà attrezzato con ripiani, appenderia e cassetti, l’altro lato potrà essere completato con vari accessori (specchio, svuotatasche, appendiabiti…).
Così configurato l’angolo spogliatoio non aumenta la capacità contenitiva dell’armadio, ma offre uno spazio in più da utilizzare come si preferisce.

Esistono anche angoli spogliatoio previsti per completare un armadio lineare su un solo lato (si presentano quindi come terminali ad angolo). Questi modelli avranno un lato più profondo, a cui si unirà l’armadio, ed un lato meno profondo a chiusura della composizione.

Armadi a ponte

Le possibilità offerte da un armadio a ponte sono diverse, infatti sotto questo tipo di armadiatura sospesa possiamo inserire vari arredi: divano letto, letto singolo o matrimoniale, scrittoio…

Nel progettare un armadio a ponte decideremo la sua altezza totale massima, l’altezza delle ante e quella del vano inferiore. Se la capienza dei vani è sicuramente importante, ancora più importante è scegliere la giusta altezza dello spazio "sottoponte".

Immaginiamo un armadio di altezza 260 cm con vano sottoponte da 130 cm. Al di sotto potremo tranquillamente inserire uno scrittoio (altezza 75 cm) mentre un divano letto sarebbe sconsigliabile perchè si rischierebbe di sbattere la testa quando da seduti ci si alza.

Gli armadi a ponte possono essere indipendenti, ovvero composti da due spalle laterali a sostegno dei moduli contenitivi superiori. Oppure possono essere completamente sospesi, senza laterali ma con aggancio a parete o con supporti a spalla a “C” (un telaio in metallo che alleggerisce esteticamente la composizione).

Nel caso di armadi a ponte sopra un letto matrimoniale si tende a progettare soluzioni che integrino dei piani di appoggio. Si può optare per una mensola sottoponte oppure per un ponte più largo del letto che possa ospitare al di sotto due comodini.

Armadi con Terminale smussato o a giorno

Il terminale solitamente si presenta “smussato” (inclinato o curvo) o in forma di libreria. Si può utilizzare per completare un armadio su uno o due lati. Il cambio di profondità crea un alleggerimento estetico, per questo motivo è spesso utilizzato quando il fianco dell’armadio si trova proprio di fronte alla porta della camera.

È molto utile anche vicino ad una finestra, per sfruttare la parete il più possibile evitando di lasciare uno spazio inutilizzato tra la fine dell'armadio e la parete adiacente.
Per la sua forma irregolare l’elemento terminale è tipicamente attrezzato internamente con ripiani.

I moduli terminali possono anche essere aperti, con ripiani o appendiabiti e quindi utilizzabili come libreria, o con funzione di piccolo ingresso in cui riporre giacche e borse.

Armadi con cambio di profondità

Come per gli armadi con terminale, questi modelli si possono usare per alleggerire l’impatto visivo di un guardaroba che si trovi di fronte alla porta della camera. Sono anche la soluzione ideale quando, per particolari conformazioni della stanza, non sia possibile realizzare l'intero armadio in profondità 60 cm.
In pratica si affianca un elemento profondo 35 - 47 cm ad un armadio standard da 60 cm. Volendo si potrà anche connettere i due moduli di profondità diversa attraverso un terminale (vedi sopra).

L’affiancamento di moduli armadio di profondità diversa è ideale in caso di camere lunghe e strette in cui non ci sia abbastanza spazio per l’armadio di fronte al letto.

C'è anche un altro tipo di soluzione: una piccola cabina armadio a doppia profondità. In questo caso non andiamo ad assottigliare la silhouette del nostro armadio, ma ad allargarci. Un'idea perfetta per sfruttare appieno un angolo della stanza con una mini cabina in cui abiti e cappotti possono essere appesi in doppia fila.

Armadi con tv

Nel caso di armadi battenti la tv incorporata solitamente si realizza utilizzando un modulo con cassettiera sopra la quale si ricava lo spazio tv affiancato da moduli lineari. La parte sopra il televisore potrà avere delle ante o dei ripiani a vista.
Nella maggior parte dei casi sull’armadio scorrevole il vano tv è integrato, grazie a specifiche ante predisposte per far passare i cavi e ospitare schermi piatti di varie dimensioni.

Armadi divisori e bifacciali

Sono armadi finiti posteriormente (con pannelli abbinati alle ante o alle spalle) che si utilizzano come pareti divisorie per separare gli ambienti.

È una soluzione ideale per dividere zona giorno e notte in un monolocale, o l'ingresso dal soggiorno in un open space. Utilizzando questo tipo di armadiatura si ottimizza lo spazio a disposizione. Si possono infatti predisporre elementi che si aprono da una parte e dall’altra per sfruttare l’armadio su entrambi i lati e per diverse funzioni: guardaroba sul lato notte, dispensa o porta tv sul lato living.
Infine, le parti dell’armadio dotate di pannelli fissi potranno essere utilizzate per affiancare altri elementi d’arredo. Insomma, un'ottima idea per chi vuol separare gli ambienti senza lavori di muratura e con una soluzione pratica ampiamente sfruttabile e multifunzionale.